Eventi culturali PDF Stampa E-mail

SETTIMANA DEDICATA A SIMENON


Mercoledì 10 aprile, ore 18  presso il Baraccano (Via Santo Stefano 119)
Presentazione di due libri sullo scrittore belga Georges Simenon a 30 anni dalla scomparsa

"Simenon e l'Italie", numero 75 (ottobre 2018) della rivista letteraria Francofonia, a cura di Laurent Demoulin (Università di Liegi) e Hugues Sheeren (Università di Verona).   https://www.lilec.it/francofonia/75-2018/

"Simenon e Fellini - Corrispondenza/corrispondenze" a cura di Marina Geat (Università di Roma III). 
https://www.edizionianicia.it/store/pedagogia/448-simenon-e-fellini-9788867093946.html

Evento organizzato con Francofonia (rivista dell’Università di Bologna) con la collaborazione dell’Alliance française, del Centro Studi sulla Letteratura belga di lingua francese e con il patrocinio del Quartiere Santo Stefano (Comune di Bologna).   




LABORATORIO DI LETTERATURA FRANCOFONA

 FB CycleLittéraire


Tout Court, la rassegna di cortometraggi francofoni organizzata dall'Associazione NuVo-

Nuove Voci, torna per il 4^ anno consecutivo e prende il via durante la Giornata Internazionale della Francofonia.
_ _

TOUT COURT

• Quando
20-21-22 marzo 2019

• Dove
Cinema Lumière - Piazzetta P. P. Pasolini, 2/b
Sala Cervi - Via Riva di Reno, 72
Bologna

Centro CostArena - Via Azzo Gardino, 48

• Biglietti
Intero: € 6,00
Studenti: € 4,50
Mercoledì - Under 30: € 3,00

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano.
La direzione si riserva di apportare modifiche al programma.


- PROGRAMMA -

20 MARZO 2019

▶ ORE 20.00
CINEMA LUMIÈRE

Per la prima serata la lingua francese farà da guida all’interno di dinamiche complesse, come quelle tra i condomini di un palazzo fatiscente, i membri di una famiglia problematica, gli abitanti di villaggi africani e due bambini spericolati fino all’imprevedibile.

POISSON DE MARS (Canada/2018) di Simon Lamarre-Ledoux e Pierre-Marc Drouin (14’)
Il Pesce d’Aprile è solitamente uno scherzo innocente, ma se lo anticipi al mese di Marzo, può avere risvolti drammatici. Soprattutto quando ad architettarlo è il maggiore di 4 fratelli, depresso.

MAMAN(S) (Francia-Senegal/2015) di Maïmouna Doucouré (20’)
Il padre di Aida torna dal suo viaggio in Senegal e il quotidiano di tutta la famiglia, viene sconvolto: non è tornato da solo. Aida preoccupata per sua madre, decide di sbarazzarsi della nuova arrivata.

ADAMA DE TENGRELA (Francia-Burkina Faso/2017) di Victorien Vialar (25’)
Adama ci invita nel quotidiano del suo villaggio, tra la raccolta del riso, la pesca sul lago e l'educazione dei bambini. La sua voce ci trasporta nel flusso dei suoi pensieri e delle sue speranze.

FAUVE (Canada/2018) di Jeremy Comte (16’)
✦✦NOMINATION OSCAR 2019 PER MIGLIOR CORTOMETRAGGIO✦✦
Due ragazzini, migliori amici, trascorrono un pomeriggio di scorribande, sfidandosi a misurare il loro coraggio. Scopriranno così, a loro spese, che non tutti i terreni di gioco sono luoghi sicuri.

BONOBO (Svizzera/2018) di Zoel Aeschbacher (18’)
Un guasto all'ascensore,incrocia il destino di Felix, un pensionato disabile, a quelli di Ana e Seydou, una madre single e un giovane appassionato di danza. I loro limiti saranno messi decisamente alla prova.

La proiezione sarà preceduta da un rinfresco offerto da Café De La Paix - Bologna - A partire dalle 19.00.

---------------------------------------------

21 MARZO 2019

▶ ORE 18.00
SALA CERVI

Dalla “lotta di classe” di un bambino alla lotta al cambiamento climatico di una giovane donna, passando attraverso le passioni degli adolescenti, lo smarrimento di un uomo adulto e i rimpianti di un’anziana signora, il secondo appuntamento con Tout Court ci pone davanti alle sfide che possiamo incontrare lungo tutto l’arco della nostra vita.

DISPERSION (Svizzera/2018) di Basile Vuillemin (8’)
Oggigiorno affidiamo ai dispositivi smart una buona fetta delle attività umane. Il funerale della propria madre, tuttavia, non dovrebbe rientrare tra queste.

VENERMAN (Francia/2017) di Tatiana Vialle e Swann Arlaud (17’)
Il rap, sembra l’unica forma sensata di contestazione sociale per Charles. La sua irrequietezza, lo porterà a scontrarsi col fratello maggiore, ma anche a gettare le basi per una storia d’amore.

MARGUERITE (Canada/2017) di Marianne Farley (19’)
✦✦NOMINATION OSCAR 2019 PER MIGLIOR CORTOMETRAGGIO✦✦
Un delicato racconto della routine di Rachel e Marguerite. Un rapporto di cure, sorrisi e amorevoli gesti, tra una giovane infermiera e un’anziana signora, verso la scoperta di una toccante intimità.

THERMOSTAT 6 (Francia/2018) di Maya Av-ron, Mylène Cominotti, Marion Coudert, Sixtine Dano (4’)
Lavoro di fine corso, creato da 4 giovani registe della scuola d’animazione Gobelins, che mette in luce la nostra mancanza di responsabilità rispetto alle urgenze climatiche, attraverso gli occhi della piccola Diane.

POLLUX (Francia/2018) di Michaël Dichter (23’)
A causa dell'imminente chiusura della fabbrica, dove lavorano i genitori di Vivian e Max, i due rischiano di perdere il campo estivo.Per fortuna però, Vivian ha un piano per risolvere il problema.

ARTHUR RAMBO (La Réunion-Francia/2018) di Guillaume Levil (18’)
I consigli degli adulti non sono sempre i migliori. Lo imparerà il piccolo Alain, che vedrà vanificato il suo impegno nel costruire un’amicizia, che supera le divisioni sociali.

Introduce Michaël Dichter
Pausa rinfresco presso il centro CostArena e incontro con i registi Ange-Régis Hounkpatin e Michaël Dichter.


▶ ORE 22.00
SALA CERVI

I protagonisti di questo terzo incontro con la francofonia sono ossessionati, in modo diverso, dal tempo: c’è chi riempie l’estate progettando il futuro, chi cerca di dare un senso agli ultimi mesi della propria vita, chi pone fine all’attesa della soddisfazione sessuale, chi capisce che la speranza di un futuro sta anche nella riscoperta delle tradizioni e chi inventa un gioco con i propri ricordi.

L’ÉTÉ ET TOUT LE RESTE (Olanda/2018) di Sven Bresser (18’)
Alla fine dell’estate, due amici si trovano a dover lasciare il villaggio della costa Corsa, dove hanno lavorato per mesi. Le loro differenti inclinazioni però, li porteranno a percorrere strade differenti.

TROIS PAGES (Canada/2018) di Roger Gariépy (15’)
Per Martin, riuscire a suonare al pianoforte, il Concerto in Re Minore-Adagio di Bach, rappresenta molto. Eseguirà quelle tre pagine di pentagramma, per il giorno del suo compleanno:fosse l’ultima cosa che fa.

L’ARBRE ET LA PIROGUE (Nuova Caledonia/2018) di Sébastien Marques (25’)
“Piango quando penso ai bei vecchi tempi” canta il protagonista. Saranno proprio i vecchi infatti,a dargli l’opportunità di riscoprire se stesso, avvicinandolo ad uno stile di vita, apparentemente irrecuperabile.

IN MEMORIAM, LA MALADIE DE L’OUBLI (Canada/2017) di Janelle Marsan e Viviane St-Arnaud (5’)
Tormentata dalla perdita dei suoi ricordi, una donna gioca a carte con la sua memoria.

JE FAIS OÙ TU ME DIS (Svizzera/2017) di Marie de Maricourt (17’)
Sarah è una ragazza disabile di vent'anni, che vive con i genitori. L'arrivo in casa di una nuova domestica, Victoria, una donna transessuale, sconvolgerà il suo equilibrio e quello di tutta la sua famiglia.

L’AGE DES SIRÈNES (Francia/2016) di Héloïse Pelloquet (27’)
L’estate sta finendo. Di lì a poco Mattis e i suoi amici inizieranno il liceo. Nel frattempo, lavorando su barca da pesca, scopre un nuovo mondo.Un racconto sui mille cambiamenti dell’adolescenza.

---------------------------------------------
22 MARZO 2019

▶ ORE 18.00
SALA CERVI

Il furto in un luogo sacro, un costume vudù, tre drag queen, il sequestro di un bambino, la depilazione laser e un racconto personale in forma animata: la quarta edizione di Tout Court, rassegna di corti francofoni organizzata dall’Associazione NuVo-Nuove voci, si chiude con un concentrato di tipi umani e un vortice di situazioni estreme.

SACRILÈGE (Francia-Svizzera/2018) di Christophe M. Saber (14’)
Qualcuno ha rubato i soldi della moschea. Saoud, il capo di una gang locale, è il principale sospettato.

RÉCIT DE SOI (Belgio/2018) di Géraldine Charpentier (5’)
Questa animazione essenziale, racconta un’autobiografia, incentrata sulla scoperta della propria identità di genere e di come il cinema, possa aiutare a ritrovare se stessi.

PANTHÉON (Francia-Benin/2017) di Ange-Régis Hounkpatin (24’)
Salomon, sta per donare a un museo, il costume vudu ereditato dal padre defunto. Lui non crede alla magia di quell’oggetto, finchè un danzatore di strada, non lo farà dubitare delle sue convinzioni.

LES PETITES MAINS (Francia-Belgio/2017) di Rémi Allier (15’)
Leo, ha due anni, ed è il figlio del direttore di una fabbrica, prossima alla chiusura. Quando Bruno, uno dei dipendenti, scopre questa terribile notizia, rapisce Leo, per iniziare una trattativa con i vertici.

UN HOMME MON FILS (Francia/2017) di Florent Gouëlou (34’)
Fred è un proiezionista proprio come suo padre. I due devono andare in Normandia, per il lancio di un film in pellicola. Questo viaggio, sarà per loro un’occasione di incontro umano e generazionale.

BRAZIL (Francia/2018) di Mathilde Elu (11’)
La vita è fatta di punti di vista, anche se si parla di zona bikini. Ce lo dimostrano le due protagoniste di questo divertente cortometraggio, tutto al femminile.

Introduce Ange-Régis Hounkpatin
Al termine della proiezione rinfresco presso il centro CostArena offerto dallAssociazione culturale italo-belga Bologna-Bruxelles A/R.
A seguire momento musicale (suoni dell'Africa)
Aperuicena gratuito per gli spettatori e i soci nostri

 

 

 

 

 

 

 

MODULO CONVERSAZIONE IN FRANCESE

LIVELLO B2 - C1

DAL 22 GENNAIO 2019

 

A partire dal 22 gennaio del 2019, inizierà un modulo di conversazione in francese di livello B2 - C1 con una docente madrelingua. Sono 10 incontri di un'ora e mezza (per un totale di 15 ore). Le lezioni si terranno presso la Biblioteca del Collegio dei Fiamminghi, ogni martedì dalle 18 alle 19.30.

 

 

 

 

 

 

Bologna

 

Domenica 2 dicembre 2018

Ore 17.30

 

presso l'Enoteca Altotasso in Piazza San Francesco 6 a Bologna.

 

 

 Incontro En souvenir de Jacques Brel

 

 

A quarant’anni (1978) dalla scomparsa del cantante belga più famoso, Selena Bellomo ripercorrerà la sua vita e i grandi momenti della sua carriera, facendoci ascoltare brani delle sue canzoni più famose e commentandole.


L’incontro verrà accompagnato da una bibita calda e di una merenda con dolci tipici del Belgio.

 

Contributo : 5 euro.

 

 L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano

 

 

Eletto in Belgio “Il più grande belga di tutti i tempi”, Jacques Brel ha valicato i confini del suo paese con le sue parole e la sua musica, per diventare in tutto il mondo il simbolo della canzone francofona, leggenda moderna, icona da imitare ancora oggi. Ma chi era quest’uomo al di là del personaggio tanto celebrato? Cantante, attore, regista, scrittore, pilota, marinaio, avventuriero, padre, uomo, colui che sognava di essere Vasco de Gama ha saputo esplorare l’animo umano con la sensibilità di un poeta e il pudore di un bambino.

Non soltanto un cantautore, ma piuttosto un Sognatore di professione, assetato di libertà, sempre alla ricerca dell’altro e dell’altrove con cui alimentare le fantasie di un’infanzia che non vuole finire mai…

 

 

 

 

 

 

 

venerdi' 9 novembre alle 21

 

presso la sede del Quartiere Santo Stefano

 

Conferenza di Antoine Buéno sui Puffi in occasione del loro 60esimo amnniversario.:

"Mais qui sont vraiment les Schtroumpfs ? Analyse critique (et décalée) de la société des petits lutins bleus"

 

"Joyeux anniversaire les Schtroumpfs! Cette année, les charmants petits lutins bleus de Peyo ont 60 ans. Pour les célébrer, quoi de plus schtroumpfant que d'inviter leur plus virulent critique, Antoine Bueno, l'auteur du Livre noir des Schtroumpfs?! A sa sortie, le livre d'Antoine Buéno a suscité une polémique schtroumpfesque planétaire. Pour avoir osé remettre en cause l'innocence du monde des petits lutins bleus, même avec dérision, Antoine Buéno a reçu des insultes, des menaces de mort et, pire, des médias du monde entier. Avec lui, c'est à une conférence décalée sur la nature du régime politique schtroumpfesque que vous convie l'association italo-belge. Le village des schtroumpfs est-il communiste? Gargamel est-il juif ? Pourquoi les Etats-Unis ont-ils vus dans Le Schtroumpf noir une BD raciste ? Pourquoi n'y a-t-il qu'une seule schtroumpfette au village ? Antoine Buéno répondra à toutes les questions que vous vous posez sur les petits lutins bleus, et même davantage. L'occasion de porter sur eux un regard plus distancié, mais malgré tout toujours tendre et humoristique. Et de nous interroger plus généralement sur l'imagerie véhiculée par les œuvres Pop."

 

“Buon compleanno ai puffi! Questo anno, i meravigliosi folletti blu di Peyo compiono sessant'anni. Per festeggiare, non c'è più puffo che invitare il loro critico più virulento Antoine Buéno, l'autore del Libro nero dei puffi?! Quando è uscito, il libro di A. Buéno è stato oggetto di polemiche puffose a livello mondiale. Perché ha osato mettere in discussione l'innocenza del mondo dei folletti blu, anche con derisione, Buéno ha ricevuto insulti, minacce di morte e, peggio ancora, ho dovuto persino affrontare i media di tutto il mondo. L'associazione italo-belga vi invita ad una conferenza décalée con lui sulla natura del regime politico dei puffi. È un villaggio comunista? Gargamel è ebreo? Perché gli Stati-Uniti hanno considerato razzista il fumetto I puffi neri? Perché c'è una sola puffa nel villaggio? Antoine Buéno risponderà a tutte le domande che avete sui folletti blu e anche di più. Sarà l'occasione di guardarli con distanza ma anche con tenerezza e e umorismo e di interrogarci in maniera più generica sull'immagine trasmessa tramite le opere pop ."

 

Evento organizzato con il patrocinio del Quartiere Santo Stefano del Comune di Bologna.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

 


 

 Archivio eventi 


 

Cliccare qua per il programma completo

 

flyer tout court

 

 

 

Conferenza di Thierry Groensteen "Hugo Pratt e la rivoluzione del fumetto d'autore"

 

Venerdi 3 marzo all'Alliance Française di Bologna, in collaborazione con l'associazione italo-belga Bologna-Bruxelles A/R

 

  recto

 

verso

 

 

 

 

 

Il libro "Un coin de ciel belge en Italie" Récits d’un retour aux sources / Verhalen van een terugreis naar de bron / Racconti di un ritorno alle origini  (Angelini editore / La Renaissance du libre, Waterloo-Imola, 2016) curato dal nostro presidente Hugues Sheeren è disponibile!

 

livre Hugues

 

 Potete ordinarlo qua

 

 

 

Ecco il link per ascoltare il documentario radiofonico realizzato qualche mesi fa a Bologne dalla RTBF (radio belga francofona) su belgi in Italia e più particolarmente a Bologna:  https://www.rtbf.be/auvio/detail_transversales?id=2115776

 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 07 Aprile 2019 20:16